Saccharomyces boulardii : quale marca acquistare

Parlando di problemi legati alla flora intestinale è possibile dire che grandi alleati per la salute dell’organismo in tale ambito sono i probiotici e i prebiotici, entrambi capaci di giovare all’organismo e più in generale all’intestino.
Il Saccharomyces boulardii, ad esempio, è un importante ceppo di lievito tropicale. Fu isolato per la prima volta nel 1923 da Henri Boulard, un famoso scienziato francese al quale il lievito deve il suo nome.
Si tratta, nello specifico, di una sostanza che può essere utilizzata nel trattamento e nella prevenzione dei disturbi gastrointestinali tra cui la sindrome dell’intestino irritabile, la diarrea acuta o le malattie infiammatorie intestinali.

Tra batteri e lieviti, è bene sapere, intercorre una grande differenza. La differenza tra batterio e lievito riguarda principalmente la loro composizione. I batteri sono organismi unicellulari sprovvisti di un nucleo differenziato e appartengono alle così dette cellule procariotiche. I lieviti, invece, sono funghi unicellulari composti da una cellula generalmente sferica e più grande rispetto a quella dei batteri.
Il Saccharomyces Boulardii è un lievito buono sia per l’uomo che per l’animale. Una delle sue principali funzioni è quella di prevenire le diarree da Clostridium difficile negli animali e nell’uomo.

Molto spesso nell’assunzione di fermenti si va in contro ad un problema di non poca rilevanza in quanto capita talvolta i fermenti siano capaci di distruggere la flora buona. Il Saccharomyces boulardii è ottimo poiché immune agli antibiotici. Quando si parla di antibiotico si fa riferimento ad una sostanza prodotta da un microrganismo, e capace di ucciderne altri.
Esistono in campo scientifico prove evidenti ed inequivocabili del fatto che il Saccharomyces Boulardii sia l’unico probiotico antibiotico resistente. E’ stato infatti provato che tale tipo di lievito sia molto efficace nel prevenire i problemi digestivi legati all’antibioticoterapia.

Per quanto riguarda l’assunzione i medici ne consigliano una capsula due volte al giorno da ingerire prima dei pasti. Non vi sono limiti nella somministrazione continuativa ma se ne consiglia l’assunzione dopo una cura antibiotica.
La funzione principale dei probiotici è quella di curare vari tipi di problemi tra cui disturbi legati all’intestino, disfunzioni del sistema immunitario e disfunzioni metaboliche o endocrine.

Fermenti Lattici Flora - 50 Capsule
Per il riequilibrio delle funzionalità e della flora intestinale
Voto medio su 41 recensioni: Buono

I probiotici sono sostanze capaci di apportare all’organismo grandi vantaggi. Sono infatti considerati in vetta alla classica dei migliori rimedi naturali per rinforzare l’intestino.

In caso di colite, il processo di tipo infiammatorio del colon, è possibile utilizzare probiotici. Perché sono validi per questo problema? Sono ottimi in quanto aiutano a ripristinare la funzionalità intestinale e a ristabilire l’equilibrio della flora batterica. Le sostanze, in grado di superare l’ambiente acido dello stomaco, sopravvivono fino all’intestino e ne modificano la microflora batterica.

I probiotici sono anche capaci di stimolare e rafforzare il sistema immunitario. Si tratta di specifici ceppi che sono in grado di stimolare l’organismo, favorendo una più rapida produzione di anticorpi. Oltre a ciò i probiotici sono anche molto utili per scongiurare il tipico dolore persistente al fianco destro.

I probiotici possono talvolta condurre anche ad effetti negativi e collaterali come intolleranze o allergie nei confronti di alcuni tipi di metalli o minerali in essi contenuti e in qualche caso problemi di stipsi. Molti si chiedono anche se si possano assumere probiotici in gravidanza. La risposta è affermativa, ad esempio in caso di vaginosi batteriche.
Ideali per ristabilire l’equilibrio intestinale dopo il trattamento con antibiotici, per affrontare problemi di candida o contro i problemi intestinali, sono le capsule. Bisogna generalmente assumerne una al giorno accompagnandola con acqua o altre bevande non gasate.

flora intestinale e saccharomyces boulardii

Ottima è anche l’assunzione di vitamina C, la cui funzione principale è quella di rafforzare il sistema immunitario, contribuendo in generale alla salute di ossa e articolazioni. Gli alimenti che contengono buone quantità di vitamina C sono molti tra cui, ad esempio, uva, fragole o agrumi. Per questa ragione sarebbe opportuno prima di assumere integratori di vitamina C, condurre uno stile di vita sano affiancato ad una dieta salutare.

E’ utile anche ricordare che i probiotici sono adatti contro le infezioni ma anche per la cura e la prevenzione della candida. Essi contengono infatti lattobacilli capaci di ripristinare il corretto equilibrio della microflora vaginale.

Come viene la candida?

La candidosi è un’infezione causata da lieviti appartenenti al genere Candida. Alcuni microorganismi che sono normalmente presenti nell’ecosistema vaginale, conseguentemente ad un’alterazione dell’ambiente vaginale, possono smettere di essere innocui e sviluppare un’infezione. Le più esposte al rischio sono donne in età fertile e sessualmente attive.

Esistono ottimi prodotti naturali anti candida. Nei cereali integrali, nella soia e nella frutta a guscio, ad esempio, è presente la Biotina che è una sostanza capace di controllare l’attività dei miceti. Anche lo yogurt magro o uno yogurt con probiotici aggiunti sono ottimi per combattere la candida.

Lo yogurt fa bene? In generale lo yogurt sembra essere conosciuto come un alimento salutare. E’ importante sapere, però, che non tutti gli yogurt che troviamo in commercio godono delle stesse proprietà e caratteristiche per questa ragione è molto importante scegliere attentamente quale prodotto consumare.

L’importanza della scelta deve naturalmente valere per ogni tipo di prodotto che si decide di acquistare. Naturalmente anche parlando di integratori è opportuno essere consapevoli del fatto che sul mercato vi è un grande imbarazzo della scelta ma che non tutti i prodotti hanno effetti positivi.
Uno dei migliori marchi è spasmoblock. Si tratta di un integratore realizzato a base di vari prodotti quali zenzero, melissa, camomilla, finocchio, cumino, coriandolo ed escolzia. La sua funzione principale è quella di regolare la motilità intestinale, eliminando i gas intestinali e favorendo al contempo un’azione rilassante.

Dove si reperiscono?

Trattandosi di farmaci possono facilmente essere reperiti in farmacie o parafarmacie. Quelli acquistati al supermercato hanno le stesse proprietà ma è sempre opportuno rivolgersi a qualcuno che sia qualificato.

Un prodotto molto consigliato dalle tante persone che già hanno deciso di utilizzarlo è il Neem che, meglio conosciuto come olio di neem, è una sostanza in grado di svolgere un’azione idratante, una rigenerante ed una ristrutturante per i tessuti. La lattoferrina, infine, è una sostanza molto utile in quanto proteina globulare multifunzionale che svolge un’attività antimicrobica tanto battericida quanto fungicida.