Un vero amico fa bene alla colite

Come mantenere un’amicizia per anni
Cosa fare se il migliore amico soffre di colite?
Frasi per amiche insicure e che vivono male l’avere la colite
Canzoni sull’amicizia: cosa cantare con un amico affetto da colite per farlo stare meglio

 

Il migliore amico esiste? Si tratta di una domanda che bene o male si sono fatti tutti nella propria vita, soprattutto nei momenti più difficili, ad esempio quando ci si è dovuti confrontare con eventi traumatici come lutti o separazioni oppure malattie più o meno gravi, come la colite o il cancro al colon.

la vicinanza di amici aiuta

L’amicizia, come l’amore, per il pensiero occidentale non è un sentimento che si può misurare.

Come fare allora a capire chi è un vero amico da chi invece non lo è?

In questo caso un notevole aiuto ci viene dall’Hagakure, ovvero il Codice segreto dei Samurai: il sesto precetto, come possiamo leggere in questo libretto risalente al 1700, recita così “Se vuoi constatare il cuore di un amico, ammalati.”

Ciò significa che i veri amici non solo si vedono nei momenti di festa e di divertimento, ma anche e soprattutto in quelli in cui stiamo male o in cui siamo in difficoltà.

Quante volte, malgrado lo conoscessimo da poco tempo, un amico, vedendoci nel bisogno, ci ha dato una mano a livello economico, ci ha fatto sentire il suo sostegno, ha cercato di sollevarci di morale oppure, molto semplicemente, ha tentato in tutti i modi di farci sentire la sua presenza attraverso messaggi, chiamate o chiacchierate sui social network?

Ecco, se abbiamo avuto la fortuna di incontrare un amico simile sul nostro cammino, meglio tenercelo stretto, perché quelle che abbiamo elencato sono le caratteristiche del migliore amico, ovvero quello che ci porta nel suo cuore e ci fa sentire la sua presenza, fisica e non solo, in ogni momento della nostra vita. Da non sottovalutare anche l’importanza della sincerità e della lealtà: un’amicizia fraterna non potrà mai durare se mancano queste due caratteristiche fondamentali.

Un amico infatti, piuttosto che vederci fare una brutta figura oppure farci qualcosa che potrebbe danneggiarci, preferisce dirci come stanno le cose piuttosto che vederci feriti o incassare un brutto colpo.

Come mantenere un’amicizia per anni

Mantenere un’amicizia per anni non è facile, ma non è neanche un’impresa impossibile, soprattutto se teniamo in modo particolare al nostro amico o alla nostra amica. Innanzitutto è fondamentale rimanere in contatto, ad esempio telefonando di tanto in tanto oppure facendoci sentire sui nuovi media come Facebook o Whatsapp, come anche non dimenticare di fargli gli auguri per il suo compleanno, di complimentarci per i suoi successi o per i suoi traguardi raggiunti nonché di invitarlo fuori a cena, al cinema, al nostro compleanno, ad un’uscita in gruppo o a fare altre attività insieme.

Cosa fare se il migliore amico soffre di colite?

Se il migliore amico soffre di colite, la cosa più importante è non farlo sentire diverso nétanto meno in colpa a causa della sua condizione: con ciò intendiamo che se, per via della sua patologia, non può uscire una sera al cinema (soprattutto se la malattia si ripresenta nella fase più acuta), in alternativa potete proporgli di vedere un film a casa vostra o a casa sua, così che in caso di bisogno possa servirsi del bagno.

Se si sente giù di morale, oppure in colpa, per via della sua colite, provate a risollevarlo dicendogli ad esempio “La cosa che più ti aiuta a guarire è il buon umore” (questa frase, risalente a più di 2500 anni fa, è stata pronunciata dal famoso filosofo Pindaro ed è utile per far tornare il sorriso in tutte le situazioni più critiche che possono presentarsi nella vita, come le malattie) o “Colui che combatte, rafforza il nostro carattere e affina la nostra abilità. Perciò è lui stesso a darci l’aiuto maggiore.” (altra frase potente pronunciata da Edmund Burke).

Un’altra cosa fondamentale, e che può aiutare il nostro migliore amico a gestire la sua malattia, è quella di aiutarlo a dominare le proprie emozioni, in particolar modo a non lasciarsi prendere dal panico o a cadere vittima dello stress. È stato infatti dimostrato dai medici che gli attacchi di panico, oltre a scatenare gli attacchi di colite più violenti, contribuiscono ad aggravare maggiormente questa condizione e a compromettere ancora di più le relazioni personali.

Quando il vostro migliore amico o la vostra migliore amica è lì con voi, cercate quindi di metterlo o di metterla a proprio agio e di farlo/a rilassare. Per i problemi (colite inclusa) c’è tutto il tempo! Se invece siamo noi a soffrire di colite, è importante continuare a mantenere attive le relazioni sociali con le persone che ci vogliono bene, amici compresi, e a non chiuderci in noi stessi perché abbiamo paura di essere giudicati.

Che cosa dice un vero amico per aiutarci quando stiamo male

Quando stiamo male, un vero amico cerca di tenerci su di morale e di non farci pesare la nostra condizione, ad esempio dicendoci “Non preoccuparti se devi andare in bagno” oppure, se si è usciti con altre persone, ci regge il gioco per non far vedere loro (e anche alle altre persone presenti) questa nostra impellenza di dover evacuare sempre. A volte inoltre, soprattutto se ci troviamo in un momento no, potrebbe usare delle frasi simpatiche per sdrammatizzare la situazione (un classico esempio “Non preoccuparti, c’è di peggio in questo mondo”) oppure, se altre persone hanno scoperto che abbiamo la colite e ci prendono in giro, difenderci in caso di bisogno.

Frasi per amiche insicure e che vivono male l’avere la colite

Se i dolori addominali non passano, ci sono alcuni aforismi che possono aiutare le nostre amiche a rilassarsi e a cercare di non dare troppo peso al problema, come ad esempio:

Sai che ti voglio bene e che sono qui. Dimmi di che cosa hai bisogno e io farò il possibile per aiutarti.”

Dici che non ti senti bene e che sei impresentabile. Non preoccuparti. Ci vediamo solo io e te.”

Va bene, non insisto per farti uscire. Passerò io da te e guarderemo un film insieme. Ho qui un DVD che secondo me ti piacerà.”

Lucio Anneo Seneca, uno dei più grandi filosofi e pensatori dell’antichità che fu anche precettore di Nerone, non ha detto frasi specifiche sulla colite, ma in compenso ne ha pronunciate alcune che possono essere utilizzate nei momenti peggiori della malattia per risollevare il morale degli amici (o anche il nostro se siamo noi a soffrirne):

Abbandona ogni preoccupazione per la tua esistenza e la renderai piacevole.”

Affrettati a vivere bene e pensa che ogni giorno è in sé stesso una vita.”

Anche nel dolore v’è un certo decoro, e lo deve serbare chi è saggio.”

Altre frasi importanti, e che possono far sentire importante la tua amica che soffre di colite e spingerla anche ad affrontare in modo sereno la malattia, sono le seguenti:

Parlare dei propri mali è già una consolazione” (Alexandre Dumas, padre)

Vale più una parola al momento giusto che cento nel momento sbagliato.” (Miguel de Cervantes)

Non c’è migliore medicina, per chi è nel dolore, della parola di conforto di un amico sincero.” (Euripide)

Queste frasi, oltre ad essere soltanto alcune delle frasi più belle che ci hanno tramandato i grandi della storia, non solo scaldano il cuore, ma sono anche frasi che commuovono e talmente meravigliose che non ci stancheremmo mai di ascoltarle. Dedicare delle frasi è sempre bellissimo e, anche se non siamo dei filosofi, non dobbiamo sentirci ridicoli quando lo facciamo: le parole giuste, in amicizia come nell’amore, possono fare molto per la persona che amiamo o a cui vogliamo bene.

Amicizia e lontananza: cosa fare se l’amico o l’amica che soffre è timida oppure vive lontano da noi

Se l’amica o l’amico che soffre di colite vive in un’altra città, o in un’altra provincia, oppure non riesce ad esprimere facilmente il suo dolore e i suoi sentimenti, in alternativa alla frase dal vivo è possibile mandargli un video messaggio, magari via Whatsapp oppure via Facebook, in cui gli si dimostra la propria vicinanza anche se si è lontani. Questo sistema funziona anche con gli amici molto timidi e che si vergognano di raccontare i loro problemi di persona. Basta un computer, uno smartphone e una webcam per lasciarsi andare e iniziare a raccontarsi i problemi reciproci oppure confidarsi i segreti più nascosti.

Canzoni sull’amicizia: cosa si può cantare con un amico affetto dalla colite per farlo stare meglio

Cantare una canzone insieme in un momento no, oltre a distrarre l’amico dal suo problema e a farlo rilassare, può aiutarlo anche ad affrontarlo con maggiore serenità e a non vederlo come un peso. Ecco i titoli di alcune canzoni sull’amicizia da tenere sempre nella playlist:

Umbrella di Rihanna

Wannabe delle Spice Girls

Stand by Me di Ben E.King

Un amico è così di Laura Pausini

Che amica sei di Giorgia

Un amico vero di Massimo Di Cataldo