Dolore alle scapole: sintomi, cura e diagnosi

Hai un fastidioso dolore tra le scapole? Scopri subito le possibili cause e i rimedi per stare meglio.

Una postura scorretta, come quella che tendenzialmente si assume quando si trascorrono molte ore al computer o alla guida dell’auto è una delle cause più comuni per fastidi e dolori, anche acuti, alla schiena, comprese le scapole e il tratto lombo-sacrale.

Soprattutto tra i più giovani, le cattive abitudini di tutti i giorni possono interferire con il benessere del corpo. Infatti questo tipo di dolore è decisamente molto fastidioso e tende a condizionarti la vita, anche perchè, nonostante la maggior parte delle persone sembra far finta di nulla, ma esiste un legame abbastanza diretto tra male alla schiena e coliti.

Ma cerchiamo di capirne di più.

Come sono fatte le scapole?

In anatomia, la scapola (scapola plurale o scapole) o scapola è l’osso che collega l’omero (osso del braccio) con la clavicola (clavicola). Come le loro ossa connesse, le scapole sono accoppiate, con la scapola sul lato sinistro del corpo che è un’immagine speculare della scapola destra.
In epoca romana, la gente pensava che questo osso assomigliasse ad una spatola, una piccola pala. La scapola è anche chiamata omo in terminologia medica Latina. La scapola forma la parte posteriore del cingolo scapolare. Negli esseri umani, è un osso piatto, di forma approssimativamente triangolare, posto nella gabbia toracica.

dolore scapole uomo donna disegnoIl dolore tra le scapole è un fastidio molto diffuso infatti, non solo tra le persone adulte o anziane, ma anche tra i ragazzi. Individuare le possibili cause di questa crescente incidenza è fondamentale per adottare, poi, rimedi validi ed efficaci. Innanzitutto bisogna escludere eventuali patologie o alterazioni scheletriche.

Un fastidioso dolore alle scapole può essere dovuto semplicemente al tipo di lavoro svolto o alle posizioni errate che tendenzialmente si assumono durante la giornata, ma ci possono essere anche motivi più seri. Un’altra causa può essere quella di un trauma subito nella zona dorsale che può provocare dolori acuti anche dopo diversi giorni o, in situazioni più gravi, il dolore alle scapole può essere una conseguenza nei pazienti che soffrono di broncopneumopatia cronica ostruttiva o anche problemi al cuore e respiratori. Una delle cause più comuni è sicuramente la postura.

Il dolore alle scapole infatti si manifesta con grande frequenza in quei soggetti che magari trascorrono molte ore della loro giornata seduti in posizione non corretta o chinati, ad esempio, davanti al computer. Anche chi per lavoro deve passare gran parte del suo tempo alla guida di un’automobile può incorrere in fastidiosi dolori scapolari.

Quali sono i possibili rimedi?

In primis, è fondamentale escludere patologie e quindi procedere con accurate indagini ed esami diagnostici, come una radiografia per valutare eventuali alterazioni scheletriche della colonna vertebrale. Ovviamente è importante sottoporre i referti ad un medico specialista nel settore che dovrà visitarvi e che potrà chiedervi ulteriori indagini come ecografie e TAC per avere un quadro completo.

Oltre alla possibilità di intraprendere trattamenti farmacologici, ovviamente su prescrizione medica, un’altra strada da valutare, sempre nella piena consapevolezza della problematica, è affidarsi ad un buon fisioterapista che può aiutarvi per il vostro dolore tra le scapole. Esistono delle terapie mirate con l’utilizzo di macchinari come ultrasuoni o tecar, applicazione di taping neuromuscolari, o anche trattamenti con massaggi. Anche in questo caso è importante affidarsi ad un esperto di comprovata competenza.

La ginnastica posturale può essere un valido aiuto per migliorare la postura e quindi il benessere di tutto il corpo, modificare quegli atteggiamenti posturali sbagliati che si tendono ad assumere nella quotidianità e che possono portare, a lungo andare, a fastidio e dolori. Non trascurare i sintomi e salvaguardare la propria salute, affidandosi a specialisti che sappiano consigliarvi cosa è meglio per voi, con una valutazione corretta della vostra problematica, è necessario per vivere meglio, combattere i dolori e ridurre i rischi.

Leave a Reply