Il perchè del dolore al fianco sinistro

Le origini del dolore
I segnali che qualcosa non funziona
Cure e trattamenti più indicati

Avvertire “dolore al fianco sinistro” è un’evenienza relativamente comune e frequente, che fa riferimento ad un sintomo tanto generico quanto doloroso che può avere carattere episodico oppure continuo.
Spesso il dolore si localizza nella zona dell’addome sinistro fra le costole (sottocostale) e l’inguine e può essere causato da una patologia vera e propria o da un malessere momentaneo.

Poiché la sofferenza al fianco sinistro annovera numerose cause, di cui alcune banali e altre più complesse, è sempre consigliabile, nel momento in cui lo si avverta e stenti a passare da solo, di rivolgersi al medico. In questo modo sarà più semplice diagnosticarne la causa precisa ed approntare la relativa cura.

A volte le persone colpite da questo tipo di fastidio si preoccupano di avere un tumore (i cancri che hanno origine nell’ovaio e nell’intestino possono, in effetti, provocare questo tipo di fastidio fisico), ma è bene precisare che si tratta di casi rari, quasi sempre accompagnati da un quadro sintomatologico ben più articolato, e che in genere, il dolore sul fianco sinistro, è riconducibile a patologie meno serie e facilmente trattabili.

Cause dei dolori a sinistra del fianco

donna dolore fianco sinistroPuò capitare di avvertire un trauma al fianco sinistro in relazione a disturbi tutt’altro che preoccupanti, come la stipsi e il meteorismo, oppure per lievi risentimenti a ossa o muscoli come ad esempio quando si dorme per tante ore consecutive sul lato sinistro del corpo, con tutto il peso sul braccio. Potrebbe talvolta dipendere da un momentaneo mal di milza, che compare sovente dopo essersi sottoposti ad uno sforzo fisico. E’ la classica situazione che si verifica quando ci si dedica alla corsa, senza essere sufficientemente allenati. Generalmente però, in questo come in altri casi, rimosso il problema originario, scompare di conseguenza anche il dolore.

Il discorso è diverso nel caso in cui il dolore verso la zona sinistra, in prossimità dell’anca, dipende da una malattia, che a sua volta può essere di diversa entità. Le ragioni di questo male possono essere infatti infezioni alle vie urinarie, colite, pubalgia, cisti ovariche, tumori uterini, ernia inguinale, artrosi dell’anca, infiammazioni muscolari e Papilloma virus. Anche se si tratta di disturbi e malattie estremamente differenti tra loro, va sottolineato come prevedano una sintomatologia comune, come nel caso di fastidi o dolori al fianco sinistro.

La colite in particolare o sindrome del colon irritabile, da cui è affetta una fetta considerevole della popolazione, rappresenta una delle più frequenti cause in grado di scatenare questo dolore, in seguito alle contrazioni e alle infiammazioni delle pareti del colon. Quando si hanno problemi di questo tipo, potrebbe essere notato anche un dolore più spostato sul lato destro.

I sintomi più frequenti

A seconda della patologia che causa il dolore al fianco sinistro, quest’ultimo si localizza in 4 zone specifiche, ovvero:

  • in alto sotto le costole,
  • all’altezza dell’ombelico,
  • in basso a sinistra dell’inguine,
  • nella zona dell’anca e della natica.

insonnia-dolore-al-fiancoLa sintomatologia dolorosa può manifestarsi durante il riposo, provocando risvegli notturni che inevitabilmente condizionano in negativo il rendimento lavorativo, scolastico, domestico e sociale anche durante il giorno.
Altre volte questa insofferenza può generarsi dopo lo svolgimento dell’attività fisica (quasi sempre quando è coinvolta la milza), subito dopo mangiato (quando iniziano i processi digestivi), oppure quando si tossisce o si respira in modo affannoso.

Se il dolore al fianco sinistro dipende da infiammazioni dell’apparato urinario oppure da malattie intestinali, spesso si associano ad esso altri sintomi come vomito, diarrea, febbre e sensazione di bruciore nella zona vescicale, molto simili a quelli riscontrati nell’uomo, riconducibili a sintomi della prostatite.
Quando si avverte dolore in corrispondenza della “zona sinistra posteriore”, anche semplicemente eseguendo una minima pressione sul quel punto e si accusano vere e proprie fitte lungo tutta la schiena, si potrebbe ipotizzare il coinvolgimento persino del pancreas, che evidentemente non se la passa proprio bene, in quel periodo.
Anche i bambini, come gli adulti, possono lamentarsi per un dolore al fianco sinistro, ma nella maggior parte dei casi quando si tratta dei più piccoli, ciò accade mentre svolgono attività fisica o immediatamente dopo.

Il tipico desiderio infantile di gettarsi a capofitto nel gioco, sport compreso, fa sì che i bimbi spesso non effettuino gli opportuni esercizi di riscaldamento procurandosi di conseguenza dei crampi, contratture e strappi muscolari molto dolorosi, ma non gravi.
E’ buona regola che i bambini particolarmente dinamici o sportivi, debbano idratarsi molto bene, bevendo acqua ( non bibite gassate!) o spremute di frutta fresca, ricche invece di minerali e vitamine, importantissime per la salute dell’infante.
Dolori e crampi muscolari possono essere anche sintomo di carenza di potassio e magnesio. A questo proposito, soprattutto in estate, fate in modo che i vostri bimbi mangino banane, patate, cioccolato fondente, meloni, lattuga e carne di pollo o a seguire una dieta più leggera, compatibilmente alla presenza di eventuali sintomi di colite da stress o traumi al colon.

Per migliorare la condizione fisica dei piccini, possono essere utili anche degli appositi integratori di minerali, ma non assumerli mai senza aver prima chiesto il consulto del vostro medico curante.
Ulteriori cause di bruciori sul fianco sinistro possono essere traumi interni, ad esempio alla milza, o ai reni, procurati da una caduta o manifestati a seguito di un incidente traumatico. Quest’ultimo è il caso tipico dei bimbi che con la loro curiosità e voglia di giocare, si procurano spesso ferite di cui ignorano spesso l’origine.

In caso questo malessere dipenda da colite, oltre al dolore, il bambino avvertirà anche altri sintomi come ad esempio: gonfiore, diarrea, stitichezza ricorrente, nausea.
Ad ogni modo, quando il problema di vostro figlio perduri da qualche tempo e non sembra risolversi spontaneamente, abbiate la premura di contattare il  al vostro pediatra.


Cure e terapie

Come si cura il dolore al fianco sinistro e quali sono, a riguardo, le terapie più efficaci?
E’ chiaro come tutto ciò sia consequenziale ad una corretta diagnosi che accerti in maniera precisa ed inequivocabile quale sia la causa di questo soffrire. Dopodiché sarà compito del dottore specialista approntare il giusto piano terapeutico in grado di guarire il paziente.
Di solito, quando ci si rivolge al proprio medico per riferirgli della sintomatologia dolorosa sul versante sinistro, questi prescriverà una serie di esami che comprenderanno analisi del sangue, TAC, endoscopia e risonanza magnetica. Già seguendo questo tipo di test diagnostici, si dovrebbero avere le indicazioni cliniche sufficienti per individuare la patologia scatenante e quindi a stabilire un trattamento mirato ed efficace.

Alcune certezze
Oltre alle indagini strumentali di routine, può rivelarsi di grande utilità riferire al medico ogni tipo dettaglio, anche quello apparentemente più insignificante, sul tipo di disturbo che si avverte. Anche se appare esagerato, fornire dati sulla frequenza, sulla localizzazione precisa del trauma, eventuali altri sintomi associati, servirà per garantire informazioni preziosissime per la cura di questo disturbo fisico così frequente.

Leave a Reply